Regolamento - Erpisa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Regolamento

Prenota tavoli
Regolamento Generale Erpisa 2016

Art. 1 Erpisa  organizza in Trentola Ducenta  ERPISA 2016, che si svolgerà il 24 e 25 settembre 2016 presso il centro Centro Commerciale Jambo1 sito presso Strada Provinciale Trentola-Parete  -  Trentola Ducenta (CE). Erpisa si riserva di modificare la durata, le date di apertura,  di chiusura e  gli orari della  manifestazione, senza che competa alcun diritto di indennità agli espositori.
Art. 2 - Sono ammessi a partecipare:
tutte le categorie di operatori italiani ed esteri dei settori riguardanti la zoofilia e giardinaggio, con particolare riguardo agli animali a sangue freddo e gli accessori ad essi relativi quali mangimi,  terrari, terraquari,  etc.
Art. 3 -  Le quote dovute,  ove non già versate,  devono essere pagate all’arrivo nei locali della manifestazione.
Qualsiasi altro addebito dovrà essere del pari pagato entro il trentesimo giorno successivo alla data di emissione della fattura.
Art. 4 - Con la firma del regolamento generale:
- dichiara la sua conoscenza ed accettazione, senza alcuna riserva e dichiara, inoltre, di uniformarvisi anche agli effetti dell'art. 1342 del Codice Civile Italiano;
- si impegna a provvedere al versamento delle quote di iscrizione e di locazione nei modi ed entro i termini stabiliti dall'art. 3;
- elegge il proprio domicilio legale in Trentola Ducenta, presso la Sede del  CENTRO COMMERCIALE JAMBO ;
- si obbliga, nei confronti dell’ Erpisa  organizzatrice della Mostra, a non rescindere il contratto per alcun motivo.
Art. 5 - I posteggi verranno assegnati in conformità del piano generale della Mostra e potranno essere variati di settore, ubicazione e superficie in qualsiasi momento, ad insindacabile decisione dell’organizzazione, ciò senza diritto per l'aderente ad indennità o risarcimenti per nessun motivo, salva l'eventuale riduzione del canone in rapporto  alla minor area occupata.
L'allestimento dei posteggi deve terminare entro le ore 9,00 del 24 settembre.
Da tale momento, eventuali completamenti e sistemazioni, se autorizzati, devono essere eseguiti tra la chiusura serale e l'apertura mattutina.
I tempi e le modalità per l'allestimento e la rimozione degli stands saranno ulteriormente precisati da norme emanate dall’organizzazione (come previsto dall'Art. 37).
Qualora l'aderente, per sopravvenuti motivi anche di forza maggiore, non partecipi a tutta la durata della Mostra,  non avrà diritto ad alcun rimborso delle quote pagate o pattuite.
Eventuali modifiche e scambi devono essere autorizzati e fatti a spese dell'aderente.
Art. 6 - Le operazioni di rimozione degli allestimenti e di sgombero dei posteggi, possono avere inizio solo a partire dalle ore 20,30 del 27 settembre.
Dopo tale termine l’organizzazione non assume obblighi o responsabilità di custodia per lo stand o il materiale rimasto nel posteggio che potranno essere ritornati all'espositore a sue totali spese e rischio dall’organizzazione, senza responsabilità di questo per eventuali ammanchi, rotture, ecc., conseguenti alla rimozione o all'invio..
Art. 7 - A garanzia di qualsiasi credito verso il partecipante, l’organizzazione ha il diritto di trattenere le merci e gli oggetti esposti non ché il materiale di allestimento e, dopo due mesi dalla chiusura della Mostra, in caso di mancato pagamento, di procedere alla vendita all'asta, trattenendosi l'importo ricavato in misura corrispondente al proprio credito. Tutti i crediti vantati dall'Ente a qualsiasi titolo, godono del privilegio di cui all'articolo 2764 C.C.
Art. 8 - L'espositore è obbligato a riconsegnare il posteggio nell'identico stato in cui gli fu affidato, facendolo constatare alla Direzione della Mostra.
Gli eventuali danneggiamenti dovranno essere prontamente rifusi.   I risarcimenti per danni causati alle cose della Mostra saranno garantiti dal materiale esposto sul quale l’organizzazione avrà la facoltà di rivalersi, salvo, s'intende, ogni altro diritto.
Art. 9 - La cessione, anche a titolo gratuito, o il subaffitto di tutto o parte del proprio posteggio sono tassativamente vietati; è vietato esporre prodotti che non risultino specificati nella domanda di partecipazione o di altro produttore, salva speciale autorizzazione dell’organizzazione.
Art. 10 - E' espressamente vietato lasciare incustoditi od in stato di abbandono i posteggi durante le ore di apertura della Mostra. Si considerano abbandonati i posteggi lasciati senza sorveglianza od in stato di palese incuria nel corso della manifestazione.
Art. 11 - Senza con ciò assumere impegni o responsabilità di sorta, è assicurato un servizio di vigilanza normale diurno e notturno.
Ogni responsabilità per rischi di qualsiasi natura (furti, danneggiamenti, ecc.; compresi quelli naturali e di forza maggiore) per quanto è esposto o fa parte della Mostra, è pertanto a carico dell'espositore.
Art. 12– Con la sottoscrizione del Regolamento Generale la Ditta Espositrice,  o allevatore, dichiara di conoscere ed accettare le caratteristiche ed i  costi pattuiti con l’organizzazione.
Art. 13 - Non viene assolutamente concesso a Ditte non espositrici di svolgere una qualsiasi azione pubblicitaria nell'ambito della Mostra o comunque nelle sue adiacenze, se non preventivamente autorizzate dalla Direzione.
Art. 14 - L'allestimento e l'uso dei posteggi anche per quanto riguarda i richiami fonici, devono essere attuati previo consenso dell’organizzazione.
Ogni progetto di allestimento del posteggio deve essere presentato all’organizzazione e soltanto dopo approvazione si potranno iniziare i lavori.
Lo stesso si riserva il diritto di far togliere tutto o parte di un allestimento eseguito senza approvazione o che contrasti ad inappellabile giudizio dell’organizzazione, con il regolamento, o disturbi la vista del complesso del padiglione o sia di danno agli aderenti o al pubblico.
Art. 16- Agli espositori sarà assicurata, la fornitura di energia elettrica, entro 20metri (gratuitamente fino a 500Watt, assorbimenti superiori dovranno essere autorizzati preventivamente) e di acqua nei limiti degli impianti a disposizione della Mostra. Tutte le installazioni straordinarie di impianti di erogazione come pure qualsiasi modifica agli impianti esistenti debbono essere preventivamente richiesti alla Direzione la quale, in caso di accettazione della domanda, vi provvederà direttamente a mezzo di suo personale specializzato, addebitando tutte le spese all'Espositore richiedente.
Art. 16 - E' fatto divieto al partecipante di deteriorare i pavimenti e le pareti del posteggio e di sopraelevarle con l'allestimento oltre i limiti di altezza fissati, nonché di utilizzare le strutture murarie per appendere insegne e similari.
Art. 17 - La Direzione si riserva la facoltà di stabilire e modificare l'orario giornaliero di apertura e di chiusura della Mostra.
L’ingresso al pubblico è consentito nei giorni: 24 e 25 settembre 2016, dalle ore 9.00 alle ore 20.30 – L’ingresso è a pagamento al prezzo di Euro 5,00.
Agli espositori è vietato lasciare la fiera prima della chiusura della stessa, ai trasgressori verrà comminata una pena pari ad € 1.000.
Art. 18 - Ogni Ditta espositrice ha diritto a due tessere (badge) da 1-4 tavoli per ingresso gratuito (da 4-8 tavoli 3 badge da 8-10 tavoli 4 badge, per ogni badge supplementare è previsto un costo aggiuntivo pari a 5€ ).
Art. 19 - L'organizzazione provvederà ad una normale illuminazione della Mostra.
L’organizzazione non assume alcuna responsabilità per le forniture di energia elettrica e acqua, rispondendo solamente di quelle garanzie che a sua volta riceve dalle Aziende erogatrici.
Tutti i materiali di allestimento devono essere incombustibili, autoestinguenti o ignifugati all'origine.
L'Espositore se esegue modifiche allo stand espositivo, si impegna ad esporre materiali combustibili per un carico d'incendio complessivo non superiore a 50 Kg/mq.
I materiali combustibili inerenti la struttura e finitura del box espositivo, dovranno appartenere a classe non superiore alla "1a", o essere trattati con materiali idonei a portare gli stessi alla classe suddetta (ignifuganti provvisti di certificato rilasciato da laboratori autorizzati). Quanto richiesto dovrà essere comprovato da specifico certificato, rilasciato dalla Ditta competente, con data retroattiva non superiore a mesi 6 e con documento di identificazione.
In caso d'inadempienza, lo stand sarà isolato dalla rete di alimentazione elettrica e rimosso a spese della Ditta espositrice.
Art. 20- Tutti i partecipanti che per la loro necessità espositiva avessero bisogno di introdurre nel posteggio prodotti suscettibili di provocare danni o molestia, sono tenuti a farne regolare richiesta alla Direzione che, nei limiti di un accurato controllo, rilascerà apposita autorizzazione scritta, lasciando al partecipante qualsiasi diretta responsabilità per quanto possa derivare a terzi dall'uso di detto materiale.
Art. 21 - E' esplicitamente vietato introdurre nel recinto della Mostra materie esplosive, detonanti, asfissianti e comunque pericolose, come pure è vietato accendere fuochi con alimentazione a benzina od altro materiale infiammabile, senza le prescritte cautele e le necessarie autorizzazioni degli Organi preposti.
Art. 22 - E' fatto obbligo ai partecipanti di denunciare il peso dei macchinari eccedenti il carico di Kg. 350 al mq. e ciò onde evitare danni ed imprevisti lavori di sistemazione atti a causare una maggiore spesa di cui il partecipante deve rimborsare l'importo.
Art. 23- I macchinari non potranno essere messi in azione senza previa autorizzazione della Direzione e non dovranno recare danno, pericolo, molestia o produrre esalazioni sgradevoli. La Direzione curerà il rispetto di tale norma, avvalendosi inoltre delle Leggi e delle regole stabilite a tal riguardo.
Comunque i macchinari dovranno essere muniti di dispositivi atti a prevenire gli infortuni e l'emissione di liquidi o gas nocivi o molesti.
Art. 24 – Ogni espositore è integralmente responsabile dei suoi esemplari, della sua condotta e del rispetto delle norme vigenti, per tutta la permanenza nei locali e nelle aree della mostra e risponderà personalmente di eventuali danni arrecati all’organizzazione ed ai locali espositivi
Art. 25 – L’organizzazione non si assume nessuna responsabilità per danni arrecati a persone o  cose, da chiunque e comunque provocati.
In conseguenza non vengono risarciti i danni derivati da furti, danneggiamenti, incendi, fulmini, tempeste, esplosioni, irruzioni di acqua, pioggia o altre cause.
Art. 26 - Ogni forma di propaganda e di pubblicità nel recinto della Mostra è soggetta alla preventiva autorizzazione da parte della Direzione che si riserva inoltre il diritto di disciplinare le forme pubblicitarie sonore.
Art. 27 – L’organizzazione non assicura il servizio di pulizia dei posteggi occupati dagli espositori. Particolari esigenze dovranno essere segnalate alla Direzione.
Art. 28 – Nel caso che la Mostra dopo l'avvenuta apertura, dovesse venire sospesa o interrotta per una ragione di qualsiasi natura, non è tenuta a restituire in tutto o in parte, le somme versate a qualsiasi titolo dagli espositori.
Nei casi di cui sopra resta escluso che i partecipanti, per esplicita convenzione, possano ricorrere contro la Fiera a qualsiasi titolo o causa.
In nessun caso ai partecipanti saranno corrisposti compensi o indennizzi di sorta.
Art. 29 - Non è permesso asportare i campioni, materiale in genere o gli esemplari di animali, in mostra prima della chiusura della manifestazione.
La vendita al pubblico della merce esposta, è consentita solo agli Espositori muniti di regolare licenza ed in regola con le vigenti normative in materia fiscale. L’organizzazione declina ogni responsabilità nei confronti dei trasgressori.
Art. 30 – L’organizzazione può richiedere all’espositore,  di mostrare il contenuto di contenitori o scatole non visibili,  all’interno del proprio spazio espositivo,  questo per  assicurarsi che non vi siano animali di specie vietate o pericolose .L’organizzazione declina ogni responsabilità nei confronti dei trasgressori.
Art. 31- L’organizzazione si riserva il diritto di esclusiva per qualsiasi ripresa e riproduzione a mezzo fotografia, cinematografia, disegno od altro, sia del complesso della Mostra e sia di suoi particolari, o posteggi.
All'interno dell'area fieristica possono operare solo i fotografi autorizzati dall’organizzazione.
Art. 32 - Compete all'Espositore il pagamento dei diritti S.I.A.E., nel caso all'interno dello stand vengano diffusi motivi musicali, anche se solo come sottofondo.
Art. 33 - Le comunicazioni ed i reclami di qualunque natura saranno presi in esame solamente se presentati per iscritto.
Le decisioni prese in merito dalla Direzione sono definitive ed insindacabili.
Pertanto gli espositori e i loro dipendenti dovranno rispettare le disposizioni che venissero loro impartite dalla Direzione sotto pena di esclusione dalla  Mostra senza alcun diritto a rimborsi o risarcimenti e con l'obbligo di pagare gli eventuali danni che le loro inadempienze avessero procurato.
Art. 34 - Durante la Mostra potranno essere indetti convegni, concorsi, manifestazioni di vario genere.
Art. 35- L’organizzazione si riserva di emanare ulteriori norme o regolamenti integrativi per meglio organizzare la manifestazione. Tali disposizioni avranno lo stesso valore del presente Regolamento Generale e saranno quindi obbligatorie per tutti i partecipanti ed i loro dipendenti.
Art. 36 – Privacy : i dati personali, forniti nel presente documento, potranno essere trattati a mezzo di calcolatori elettronici e manualmente a mezzo di archivi cartacei, nel pieno rispetto del vigente “codice in materia di protezione dei dati personali” (PRIVACY). Tali dati non saranno comunicati a terzi e saranno trattati mediante l’adozione di tutte le misure di sicurezza previste dal disciplinare tecnico(Allegato B). Il testo completo della legge può essere visionato collegandosi al sito del garante sulla privacy :  www.garanteprivacy.it
 
 
Il sottoscritto: ……………………………………………………………………………………………………………….

Legale rappresentante della ditta :……………………………………………………………………………………………………………..

Indirizzo sede o abitazione: ………………………………………………………………………………………………………………………………

Telefono: ……………………………………………………………………………….

E-mail : ………………………………………………………………………………….

DICHIARA :

di aver letto sia il suddetto regolamento che quello sul sito dell’associazione,
al momento dell’iscrizione/prenotazione ed accettarli incondizionatamente !

in fede  ___________________________________________Trentola Ducenta li

Regolamento sulle specie non consentite

E' possibile vendere, acquistare e scambiare animali, insetti e piante nelle giornate di ERPISA 2016 rispettando importanti e fondamentali normative.
Si potranno vendere animali, insetti e piante considerate specie protette solo con regolare documentazione CITES - convenzione di Washington.
In ottemperanza del Decreto Ministeriale del 19.4.96, sarà proibito esporre, vendere e scambiare qualsiasi animale compreso nella lista di tale decreto. Sono quindi vietati: Serpenti velenosi - Varani - Coccodrilli - Tartaruga alligatore -Tartaruga azzannatrice - Pitone reticolato. Sarà inoltre proibito esporre, vendere, scambiare, vista la Legge 213 del 1°agosto 2003 pubblicata nella GU 185 dell'11 agosto 2003 che convertiva in legge con le relative modificazioni il Decreto Legge del 3 luglio 2003 n. 159, le seguenti specie di aracnidi:   
ORDINE:   ARANEA
Sottordine   Mygalomorphae   (Orthognatha)
Famiglia   Dipluride
Genere      Trecona    (tutte   le   specie)
Famiglia HEXATHELIDAE Genere Atrax (tutte le specie), Hadronyche (tutte le specie), Macrothele (tutte le specie)
Famiglia ACTINOPODIDAE  Genere Missulena (tutte le specie)
Famiglia THERAPHOSIDAE  Genere Harpactirella (tutte le specie)
Sottordine Labidognatha (Araneomorfi) Famiglia MITURGIDAE
Genere Cheiracanthium (tutte le specie)
Famiglia CTENIDAE Genere Ctenus (tutte le specie), Phoneutria (tutte le specie)
Famiglia SICARIIDAE
Genere Loxosceles (tutte le specie), Sicarius (tutte le specie)
Famiglia Theridiidae Genere Latrodectus (tutte le specie)
ORDINE SCORPIONES
Famiglia BUTHIDAE Genere: tutti
Famiglia DIPLOCENTRIDAE  Genere Nebo (tutte le specie)
Famiglia SCORPIONIDAE   Genere Hemiscorpius (tutte le specie).
L'organizzazione si riserva di accettare solo alcune specie di uccelli.
E' vietato l'accesso ai cani, gatti e qualsiasi altro animale non autorizzato.
Gli espositori che non ottempereranno a  tali regolamentazioni, saranno allontanati dalla manifestazione.
Gli espositori che presenteranno animali in non perfetta salute o che mostrino segni di sofferenza e possibili malattie verranno allontanati dalla manifestazione.  
Gli espositori sono pregati di maneggiare serpenti ed altri animali solo per le operazioni strettamente necessarie: pulizia, sessaggio, controllo stato fisico, che devono essere svolte nel più breve tempo possibile per evitare loro disagi.
Gli animali dovranno essere esposti in terrari chiusi o negli appositi contenitori le cui dimensioni devono consentire loro di girare su se stessi, che abbiano un buon livello di aerazione, acqua a disposizione per le specie che lo richiedono, un substrato per facilitare l'assorbimento delle feci, etichette che dovranno riportare scritto: il nome della specie, la provenienza  e il sesso. Può essere ospitato un solo animale in ogni terrario/contenitore, ad esclusione di invertebrati e piccoli mammiferi.
Ogni espositore può esporre, vendere e scambiare rettili, anfibi, roditori, insetti, l'80% dei quali nati in cattività e riportare le relative sigle sui terrari/contenitori:
CB : nato in cattività.
CBD: nato in cattività da genitori nati in cattività.
Farm raised: nato in farm nel paese d'origine.
E' possibile vendere: orchidee, bonsai, piante ornamentali, cactus, fossili minerali legittimamente commerciabili, attrezzature per terrari ed acquari, libri e gadget di argomenti correlati alla manifestazione.
Durante tutto il corso della manifestazione un veterinario incaricato, controllerà gli animali, qualora ritenesse che gli stessi non siano esposti nel rispetto delle norme indicate, l'organizzazione si riserva la facoltà  di allontanare i trasgressori.



Copyright (c) 2010 - All Right Reserved - erpisa.it
Torna ai contenuti | Torna al menu